Il 2° incontro di sensibilizzazione del progetto “Azioni solidali verso il DES maceratese” si è tenuto a San Severino, presso la Libreria “Binario 0”, il 29 maggio scorso. L’incontro aveva come obiettivo quello di stimolare la nascita di un GAS a San Severino Marche.

Inizialmente è stata fatta un’introduzione relativa al progetto “Azioni solidali verso il DES maceratese” e agli strumenti messi a disposizione per i GAS esistenti e i GAS che nasceranno. In particolare è stata spiegata la differenza tra il sistema gestionale, che è in fase di elaborazione da parte del team informatico, e la cosiddetta “vetrina” del DES, che invece è già online e operativa da qualche settimana. In particolare ci si è soffermati sullo spazio che avrà all’interno della vetrina ogni GAS, uno spazio online a completa disposizione dei GAS del DES.

Infine, è stata esposta la funzionalità delle mailing-list e sono state presentate le 3 mailing-list del DES ad oggi esistenti:

  1. per tutti gli interessati al DES;
  2. per i referenti dei fornitori dei GAS del territorio;
  3. per i referenti informatici dei GAS.

 

Dopo questa introduzione, Davide Guidi – ex presidente della REES – ha presentato un quadro generale sul consumo critico e sulle conseguenze del sistema economico tradizionale.

 

Si è poi passati a informazioni più pratiche relative alla vita e all’organizzazione di un GAS. In particolare si è parlato dei motivi alla base della nascita di un GAS.

* per quanto riguarda la sfera ambientale:  acquistare prodotti locali abbattendo le emissioni causate dai trasporti; scegliere il biologico; consumare prodotti legati alla stagionalità; privilegiare le produzioni che inquinano meno; ridurre il packaging; promuovere il riuso

* per quanto riguarda la sfera sociale: attenzione ai diritti dei lavoratori e alla giusta remunerazione;  sostenere i piccoli produttori esclusi dalla grande distribuzione; conoscere il territorio nel quale si vive e le sue specificità produttive; investire sugli aspetti relazionali del gruppo

* per quanto riguarda il prezzo dei prodotti: la differenza tra Gruppo di Acquisto e Gruppo di Acquisto Solidale basata sulla ricerca del prezzo equo; conoscere come nasce un prezzo, attivare riflessioni a riguardo.

Per far nascere un GAS bastano poche persone, uno spazio in cui riunirsi e voglia di costruire insieme un percorso comune.

 

Dopo questa presentazione è arrivata fin da subito la proposta di un possibile spazio dove organizzare le prime riunioni a San Severino e  si è presentato un produttore  agroalimentare del luogo che già fornisce i suo prodotti al GAS di Camerino. Il produttore si è dimostrato disponibile a instaurare un primo contatto con le famiglie di San Severino e di partecipare lui stesso come gasista al futuro GAS.

A questo punto sono stati raccolti gli indirizzi email di tutti i partecipanti per organizzare il primo incontro per la costituzione del GAS di San Severino Marche…si parte!

Commenti chiusi.