Il giorno 15 giugno 2011 si è tenuto un incontro tra i GAS dell’alto maceratese, in particolare erano presenti i referenti del GAS di Tolentino, di Camerino e di Matelica. L’incontro si è tenuto presso la sede del WWF di Matelica.

All’incontro sono stati invitati anche i responsabili dell’area informativa  e informatica del progetto “Azioni solidali verso il DES maceratese”, al fine di presentare il progetto e chiarire alcune questioni relative all’uso delle mailing-list e del sito internet del DES.

La serata si è aperta con la presentazione di un’azienda di acquacoltura di Campodiegoli (vicino a Fabriano), che alleva pesce in vasche di acqua di sorgente proveniente direttamente dalla montagna (per la sintesi della presentazione chiedere al Gas di Camerino).

Finita la presentazione, è stata chiarita la differenza tra REES nazionale, REES Marche, GAS e progetto “..verso il DES Maceratese, in quanto i presenti hanno osservato che le aree di competenza e i relativi progetti vengono facilmente confusi.  A tal fine sono stati presentati e spiegati gli obiettivi e i ruoli del team costituito ad hoc per il progetto DES, con le suddivisioni in aree di competenza (informatica, formativa e informativa) ciascuna con un referente e con un coordinatore del progetto.

È stato sottolineato che il compito del team è strettamente operativo e che ha come obiettivo principale quello di facilitare i processi di rete nel territorio maceratese, mettendo a disposizione le proprie competenze per supportare le esigenze dei soggetti attivi sul territorio, al fine di creare sinergie stimolando la condivisione e la partecipazione. Sono stati poi esplicitate le azioni operative per le quali il team sta lavorando: la creazione della vetrina del progetto e del gestionale DES, il corso di formazione per i funzionari della Provincia di Macerata, gli incontri territoriali e di sensibilizzazione.

Il team ha il compito di avviare questi processi condividendoli con tutti i soggetti interessati e prendendo decisioni condivise e partecipate, nell’ottica di lasciare questi processi completamente nelle mani dei soggetti stessi nel momento in cui il team si scioglierà.

Si è passati poi all’argomento mailing-list. Innanzi tutto sono state spiegate le funzioni delle mailing-list attivate ad oggi:

lista tutti, per tutti gli interessati al progetto DES;

lista gruppo-informatico, per i referenti informatici dei GAS e per gli interessati a partecipare alle questioni informatiche relative alla nuova piattaforma;

lista referenti-fornitori, per tutti i referenti dei fornitori di tutti i GAS del maceratese, uno spazio aperto alle tematiche relative agli ordini e alla gestione di tale mansione.

Sono stati riportati alcuni problemi tecnici delle liste, come la funzione “digest” che comporta uno slittamento della consegna dei messaggi condensandoli tutti in un unico invio, per esempio settimanale. Questa è un’opzione che può essere scelta al momento dell’iscrizione dal singolo iscritto, ma, per il team è auspicabile che ci sia un confronto e una condivisione delle metodologie di gestione delle mailing-list e, più in generale per il futuro, di pubblicazione sul sito internet.

È stato chiesto a quale indirizzo e-mail del team rivolgere domande, inviare suggerimenti, informare di eventi organizzati dai singoli GAS. L’indirizzo è info@desmacerata.it

Invece, per aprire il confronto e migliorare le dinamiche interne tra i soggetti del DES, lo spazio adatto sono gli incontri territoriali, che vengono organizzati mensilmente, e le mailing-list “tematiche”, nell’ottica di stimolare il confronto su tematiche specifiche tra i vari GAS. Per esempio, per quanto riguarda temi relativi alla gestione degli ordini la mailing-list “referenti-fornitori”, per questioni informatiche “gruppo-informatico e per questioni più generali la mailing-list “tutti”.

Il team consiglia e raccomanda la chiarezza nell’uso delle mailing-list da un punto di vista comunicativo. I messaggi dovrebbero essere comprensibili a tutti, in un’ottica inclusiva di tutti i partecipanti, senza dare per scontate informazioni o usare un linguaggio comprensibile a pochi.

I presenti chiedono una mailing-list per i referenti fornitori dei GAS dell’alto maceratese, allo scopo di una gestione funzionale degli ordini che già attualmente fanno insieme, ma per i quali non hanno ancora una mailing-list. Questo perché non vogliono oberare gli altri GAS di comunicazioni operative su ordini che non li riguardano, rischiando di creare un flusso troppo alto di mail che non interessano tutti. È stato inoltre affermato che per il futuro sarebbe interessante che i vari DES delle Marche avessero delle mailing-list dedicate ai Sottoterritori, per aprire un dialogo in comune che vada oltre il singolo DES.

All’incontro era presente anche un gasista di Camerino, che partecipa anche alle prime riunioni del gruppo che vorrebbe far nascere un GAS a San Severino Marche. Il gasista ritiene prematuro introdurre nei processi del DES le persone che si stanno riunendo a San Severino, per paura di oberarle di questioni troppo grandi senza ancora aver gettato le basi per il GAS e senza che si sia sviluppata una consapevolezza. Il team ha sottolineato il proprio compito di facilitazione dei processi anche per i GAS in fase nascente, mettendo a disposizione le proprie competenze e rendendosi disponibile a richieste di affiancamento per questioni specifiche a San Severino.

È stato segnalato un problema che si è sollevato all’interno del GAS di Tolentino nel momento in cui un gasista del GAS di Macerata ha chiesto loro di poter ordinare dei prodotti di un fornitore che il GAS di Macerata non ha tra i propri. Si è aperto un confronto all’interno del GAS di Tolentino, alcuni sostenevano che se il GAS di appartenenza sceglie di non inserire un fornitore questa scelta ha delle motivazioni proprie che dovrebbero essere condivise da tutti i gasisti, e quindi non è giusto chiedere a un altro GAS di poter inserire il proprio ordine.  Ma, all’interno del GAS di Tolentino, non si è arrivati a una decisione finale, lasciando la questione in stand-by.

Infine è stato chiesto quali sono le priorità del progetto, in quanto i gasisti sono oberati di cose da fare e sentono questo progetto un’ulteriore “fardello”. Ma, ad una richiesta di esplicitazione delle molte cose da fare a cui si accennava, nessuna era riconducibile al progetto DES, ma tutte relative all’organizzazione interna del proprio GAS.

La riunione si è conclusa per motivi di tempo, ma Luca Ferroni, responsabile dell’area informatica, avrebbe voluto fare sapere che, vista l’esigenza segnalata da più parti, l’area informatica si impegna a predisporre un sistema di forum a supporto del processo decisionale tra i GAS all’interno del progetto “verso il DES maceratese”. Si tratterà di un sistema che consente facilmente di esprimere il proprio assenso su una posizione e anche commentarla. Sulla piattaforma del DES, al forum verrà affiancato un canale di comunicazione vocale basato su “Mumble”, software libero per parlare online. I GAS e i singoli che volessero provare le funzionalità sono benvenuti a richiedere i parametri per l’accesso e alcune facili spiegazioni per l’uso.

Commenti chiusi.