Durante l’ultimo incontro territoriale del progetto “..verso il DES maceratese”, tenutosi il 13 dicembre 2011 a Piediripa, è stato chiesto ai presenti di compilare un questionario per individuare le attività prioritarie da realizzare per proseguire nel cammino di costruzione del Distretto di Economia Solidale maceratese.

Questo è il questionario che abbiamo consegnato: DES MC_Priorizziamo e scegliamo il futuro

Pubblichiamo anche i risultati emersi dalle risposte fornite da 6 GASisti e 12 produttori/fornitori: DES MC_risultati sondaggio

 

Ne risultano delle indicazioni chiare che si prestano a varie tipologie di analisi e di valutazioni politiche.

Abbiamo evidenziato in neretto le prevalenze delle azioni ed in rosso le prevalenze dell’area strategica, convinti che possa essere uno strumento utile per riflettere e decidere su come muoversi nei prossimi mesi.

 

Aspettiamo commenti e riflessioni in merito!

Pubblichiamo un articolo sui cosiddetti PGS (Partecipatory Guarantee Systems) – in italiano Sistemi di Garanzia Partecipativa - tratto dal numero di ottobre della rivista “VALORI – Mensile di economia sociale, finanza etica e sostenibilità”.

I PGS vengono considerati da alcuni un’alternativa possibile alla certificazione soprattutto per i piccoli produttori che rispettano le regole del biologico, ma non possono permettersi la certificazione ufficiale. Si tratta di un sistema basato sulla collaborazione tra produttori e consumatori, i quali insieme controllano e garantiscono il rispetto dei principi del biologico.

La riflessione sui modi di evolvere l’attuale sistema di certificazione bio con i PGS è stata promossa anche da Andrea Ferrante, già Presidente dell’AIAB, alla conferenza nazionale dell’anno scorso. Come sapete i GAS ed i DES ne hanno parlato alla Festa Nazionale dell’anno scorso ad Osnago, e da lì è nato un gruppo di studio che ha predisposto vari strumenti utili che potete trovare a questo link http://garanziapartecipata.blogspot.com/.

Anche sul nostro sito potete trovare maggiori approfondimenti, cliccando QUI.

 

Buona lettura e aspettiamo commenti all’articolo o sul nostro forum  dove abbiamo aperto una riflessione sul tema, cliccando QUI vi accedete direttamente (ricordatevi di registravi per lasciare commenti!).